Le zone viticole europee

image003MAPPA EUROPA AREE VITICOLE COMUNITARIE: A, B, C1, C2, C3A, C3B.

Zona viticola A:

Germania: tutte le superfici vitate eccetto la zona viticola Baden; Lussemburgo: la superficie vitata lussemburghese; Belgio, Danimarca, Irlanda, Olanda, Polonia, Svezia e Regno Unito: le loro superfici viticole; Repubblica Ceca: le superfici vitate della regione Cechy.

Zona viticola B:

Germania: la zona viticola Baden; Francia: tutti i dipartimenti non citati nei vari punti (a nord della Valle della Loira e Champagne); Alsazia: Bas-Rhin, Haut-Rhin; Lorena: Meurthe et Moselle, Meuse, Moselle, Vosges; Champagne: Aisne, Aube, Marne, Haute Marne, Seine et Marne; Giura: Ain, Doubs, Jura, Haute Saône; Savoia: Savoie, Haute Savoie, Isère ( commune di Chapareillan). Valle della Loira: Cher, Deux Sèvres, Indre, Indre et Loire, Loir et Cher, Loire Atlantique, Loiret, Maine et Loire, Sarthe, Vendée, Vienne, e l’arrondissement di Cosne sur Loire nel dipartimento Nièvre; Austria le superfici viticole austriache; Repubblica Ceca: la regione viticola Moravia e le altre superfici vitate non citate al punto A; Slovacchia: le superfici vitate delle regioni: Malokarpatskà, Juźnoslovenska, Nitrianska, Stredoslovenskà e le superfici non citate nel punto C; Slovenia: le superfici vitate delle regioni: Podravje (Stajerska Slovenija, Prekmurje), Posavje (Bizeljsko Sremic, Dolenjska e Bela Krajina, e le superfici vitate nelle regioni non comprese nella zona C. Romania: la zona viticola di Podişul Transilvaniei.

Zona viticola C1:

Francia: le zone viticoli dei seguenti dipartimenti:Allier, Alpes de Haute Provence, Hautes Alpes, Alpes Marittimes, Ariège, Aveyron, Cantal, Charante, Charante Marittime, Corrèze, Côte d’Or, Dordogne, Haute Garonne, Gers, Gironde, Isère (escluso il comune di Chapareillan, zona B), Landes, Loire, Haute Loire, Lot, Lot et Garonne, Lozère, Nièvre, (eccetto l’arrondissement di Cosne sur Loire zona B), Puy de Dôme, Pyrénées Atlantiques, Hautes Pyrénées, Rhône, Saône et Loire, Tarn, Tarn et Garonne, Haute Vienne, Yonne, arrondissement di Valence e Die del dipartimento Drôme (eccetto i cantoni di Dieulefit, Loriol, Marsanne e Montélimar); nell’arrondissement di Tournon e nei cantoni di Antraigues, Burzet, Coucouron, Montpezat sous Bauzon, Privas, Saint Etienne de Lugdarés, Saint Pierreville, Valgorge e Voulte sur Rhône nel dipartimento Ardèche;  Italia: le superfici vitate della regione Valle d’Aosta, delle province autonome di Trento e Bolzano e delle province di Sondrio e Belluno; Spagna: le superfici vitate delle province di La Coruña, Asturias, Cantabria, Guipύzcoa e Vizcaya; Portogallo: le superfici vitate della regione Norte che corrisponde alla zona viticola Vinho Verde, nonché i concelhos di Bonbarral, Lourinhã, Mafra e Torres Vedras (eccetto delle freguesias di Carvoeira e Dois Portos) nella regione Extremadura; Ungheria: tutte le superfici vitate; Slovacchia: le superfici vitate nella regione Tokajaská; Romania: le superfici vitate non comprese nelle zone B e C2;

Zona viticola C2:

Francia: le zone viticole dei dipartimenti: Aude, Bouches du Rhône, Gard, Hèrault, Pyrénées Orientales (esclusi i cantoni di Olette e Arles sur Tech), Vaucluse, Var (a settentrione dei comuni di Evenos, Le Beausset, Solliès Toucas, Cuers, Puget ville, Collobrières, La Garde Freinet, Plan de la Tour e Sainte Maxime), Drôme (solo nei cantoni di Dieulefit, Loriol, Marsanne e Montélimar), Ardèche (non comprese nel punto C1);  Italia: le superfici vitate delle regioni Piemonte, Lombardia (eccetto la provincia di Sondrio), Veneto (eccetto la provincia di Belluno), Friuli Venezia Giulia, Liguria, Emilia Romagna, Toscana (comprese le isole dell’arcipelago toscano),Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise e Campania (comprese le isole dell’arcipelago Ponziano, Capri ed Ischia); Spagna: le superfici vitate delle province Lugo, Orense, Pontevedra,Avila (eccetto i comune della comarca viticola Cebreros), Burgos, León, Palencia, Salamanca, Segovia, Soria, Valladolid, Zamora, La Rioja, Alava, Navarra, Huesca, Barcelona, Girona, Lleida, Zaragoza (solo la parte a nord del fiume Ebro), Tarragona (solo nei comuni della DO Penedés e nella comarca viticola Conca de Barberá); Slovenia: le superfici vitate delle regioni Brda o Goriška Brda, Vipavska dolina o Vipava, Kras e Slovenska Istra; Bulgaria: le superfici vitate delle regioni Dunavska Ravnina, Chernomorski Rayon, Rozova Dolina; Romania: le superfici vitate delle regioni Dealurile Buzăului, Dealu Mare, Severinului e Plaurile Drăncei, Colinele Dobrogei, Terasele Dunări e la regione meridionale compresi i terreni sabbiosi;

Zona viticola C3A:

Grecia: le superfici vitate dei nomos Florina, Imathia, Kilkis, Grevena, Larissa, Joannina, Leicada, Achaia, Messinia, Arcadia, Corinthia, Heraclion, Chania, Rethymno, Samos, Lassithi e l’isola di Thira (Santorini); Cipro: le superfici vitate situate oltre i 600 m. S.l.m.; Bulgaria: le superfici vitate non citate nella zona C2; Zona viticola C3B: Francia: le superfici vitate nei dipartimenti della Corsica, nella zona del dipartimento del Var tra il mare e i confini settentrionali dei comuni di Evenos, Le Beausset, Solliès Toucas, Cuers, Puget Ville, Collobrières, La Garde Freinet, Plan de la Tour e Sainte Maxime; Italia: le superfici vitate delle regioni Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna (comprese le isole appartenenti alle dette regioni); Grecia: le superfici vitate non comprese nella zona viticola C3A; Spagna: le superfici vitate non comprese nelle zone viticole C1 e C2; Portogallo: le superfici vitate non comprese nella zona viticola C1; Cipro: le superfici vitate situate al di sotto dei 600 m. s.l.m.; Malta: tutte le superfici vitate;