Il Monte Netto

Il Monte Netto è un altopiano formato da terreni calcareo argillosi, che si eleva nettamente dalla pianura Padana. La sua particolare conformazione geologica ha impedito un’estesa antropizzazione, consentendo il mantenimento di una fauna e di una flora particolare. I terreni godono di un’ottima esposizione e risultano particolarmente adatti alla coltivazione della vite. Il riconoscimento della vocazionalità viticola dell’intera zona di produzione lo si ritrova nelle diverse tipologie di vini di qualità che si producono. In questo quadro si intendono valorizzare le elevate potenzialità espresse dalle varietà autoctone quali il Marzemino (localmente denominato Berzemino), il Trebbiano di Soave o Trebbiano di Lugana e/o Trebbiano Toscano.

Il Monte Netto è caratterizzato dalla presenza del parco agricolo che lo occupa per circa 2/3. E’ di circa 130 metri s.l.m. ed è circondato da una fascia variamente articolata di territorio che ne valorizza le potenzialità, proteggendolo da fenomeni di compromissione e legandolo alla campagna circostante, alla valle fluviale del Fiume Mella e ai centri storici. Dal punto di vista naturalistico ed ecologico, l’elemento locale di maggior interesse è certamente determinato dal bosco di Capriano del Colle. Inoltre nella zona delle cave, vi è la presenza di laghetti che consentono la crescita di vegetazione di un certo interesse naturalistico. Il parco è anche caratterizzato dall’ambiente agricolo costituito da filari posti lungo le divisioni degli appezzamenti e delle strade, con piante di gelso, un tempo molto comuni da queste parti, ma oramai rarissime.